Restyling del logo

Come capire quando è il momento giusto per rifare il proprio logo

Introduzione Anche i grandi brand si rifanno il look

Come capire quando è il momento giusto per rifare il proprio logo

Il logo dovrebbe essere come un diamante: dovrebbe durare per sempre. Ma nella realtà dei fatti questo non accade quasi mai.

Anche le aziende più famose, nel corso degli anni, sono ricorse periodicamente a quello che in gergo tecnico viene chiamato restyling del logo, ovvero il rifacimento del marchio in modo più o meno spinto.

Si può andare infatti da piccolissime correzioni fino ad arrivare ai più radicali stravolgimenti.

E non ha alcuna importanza che si tratti di marchi storici, a cui il pubblico è ormai affezionato o che il loro autore sia stato un designer di fama internazionale o un grande maestro della grafica: quando arriva il momento in cui un logo deve essere rifatto l’operazione diventa inevitabile.

Ma quali sono le motivazioni che spingono i grandi brand a decidere di rifare il proprio logo?

E soprattutto in quale misura queste motivazioni potrebbero riguardare anche la tua attività?

A cosa serve un logo e perché a volte andrebbe rifatto

Il logo è l’essenza del brand.

Il logo deve parlare di voi, della vostra storia, della vostra attività, di quello che fate e di come lo fate.
Ma soprattutto deve essere portatore dei vostri valori e di quelli del vostro brand. E deve raccontare tutte queste cose al vostro pubblico, ai vostri clienti, utilizzando esattamente il loro stesso linguaggio. Altrimenti rischierebbe di non essere compreso.

È evidente che, nella storia del vostro brand, qualora dovesse cambiare anche uno solo di questi elementi (servizi offerti, valori dell’azienda, target di riferimento, ecc…) probabilmente anche il vostro vecchio logo non sarà più in grado di svolgere le funzioni per cui era stato progettato e dovrà quindi essere adeguato a queste modifiche per restituire un’immagine del vostro brand che sia il più possibile aggiornata e fedele al presente.

Quand’è quindi il momento giusto per rifare il logo? Una facile guida per capirlo

Come avrete capito, al di là di qualsiasi discorso emotivo (e spesso me ne fate molti, quando venite da me incerti su come procedere in merito al restyling del vostro logo) esistono delle “misurazioni oggettive” che possono farvi capire in modo piuttosto inequivocabile quando è il momento giusto per procedere al restyling del vostro logo.

Per aiutarvi quindi a capire meglio quando è il momento giusto per rifare il vostro logo vi ho preparato una guida facilissima.

Voi non dovete fare altro che sedervi comodi, leggere le mie domande e cercare di rispondere con onestà.

Incominciamo:

1. Quando hanno disegnato il tuo logo attuale ti sei rivoltə ad un professionista di valore?

2. Quando hanno disegnato il tuo attuale logo il professionista a cui ti sei rivoltə ha fatto un’analisi accurata del tuo brand? Ha ragionato sui tuoi servizi, i tuoi valori, il tuo target di riferimento e i tuoi competitors? Avete parlato esplicitamente e in modo approfondito in merito all’identità del tuo brand?

3. Quando hanno disegnato il tuo attuale logo che servizi offrivi? Ad oggi quei servizi sono gli stessi o sono cambiati di molto?

4. Quando hanno disegnato il tuo logo attuale quali erano i valori del tuo brand? Quali erano i tuoi punti di forza? Quali erano le caratteristiche del tuo marchio? Attualmente sono cambiate, sono aumentate o si sono diversificate?

5. Quando hanno disegnato il tuo logo attuale qual era il tuo pubblico? Oggi è rimasto uguale oppure si è modificato o evoluto? I tuoi clienti parlano ancora lo stesso linguaggio?

Se alle prime due domande hai risposto “no” molto probabilmente il tuo logo dovrà essere quanto meno rivisitato.

Ti faccio un esempio banale: un vestitino per bambini fascia 1-3 anni. Ovviamente apparentemente il mio target sarà sempre identico: la mamma. Ma in realtà anche nel corso di pochi anni tutto ciò che sta sotto il cappello di mamma potrebbe essere cambiato molto (ad esempio potrebbe essere cambiata l’età media in cui si diventa mamme, potrebbe essersi modificato lo stile dei vestitini del mio negozio o il gusto delle mamme a cui piacciono i miei modelli… e via così: come vedi le variabili sono infinite).

Ma quindi, visto che tutto cambia (e per fortuna!), sarà inevitabile prima o poi dover rifare il proprio logo?

In realtà non è detto che sia così: se all’epoca in cui hai fatto progettare il tuo logo ti sei affidatə ad un bravo professionista, che ha saputo sintetizzare bene i tuoi valori nel tuo marchio e questi valori nel tempo non sono cambiati è molto probabile che tu non debba affatto cambiare il tuo logo.

Quando il vecchio logo non ti piace più

Può succedere che, al di là delle domande che ho scritto qui sopra e che fanno parte della guida su come capire quando è il momento giusto per rifare il logo, tu senta che il logo del tuo brand non ti piace o non ti rappresenta più.

È un sentire assolutamente legittimo, che va accolto e che non va mai ignorato.

Il mio consiglio in questo caso è quello di parlarne apertamente con il tuo designer di fiducia, che saprà sicuramente consigliarti al meglio su come procedere.

Se anche tu hai dei dubbi sul restyling del tuo logo e non sai come procedere
scrivimi un messaggio: sarò felice di poterne parlare con te e di provare a darti i giusti consigli per districarti nella giungla di possibilità di questo argomento così importante e delicato.

Post a Comment

Iscriviti alla newsletter: un piccolo regalo mensile per te, contenente lo sfondo del mese e altre piccole novità da scaricare gratuitamente. Un pezzettino di menta, ogni mese, direttamente a casa tua.